Home » Valore Azienda Italia » Alcuni indicatori dell'economia italiana nell'anno 2010

Alcuni indicatori dell'economia italiana nell'anno 2010

Alcuni indicatori dell'economia italiana nell'anno 2010 - Valutazione Azienda in 24 ore
Confronto dei dati di bilancio rilevati da Mediobanca nell'esercizio 2010 rispetto a quelli del periodo 2001-2010
Analizzando e rielaborando le tabelle statistiche del periodo 2001-2010 predisposte dall’Ufficio studi di Mediobanca riportanti i “dati cumulativi di 2030 società” emergono le seguenti risultanze:
 
INDICATORI
Media ultimi 10 anni
Esercizio 2010
Scostamento
1.        FATTURATO / CIN (TA)
123,83%
112,50%
-9,15%
2.        EBITDA / VENDITE
12,58%
11,14%
-11,43%
3.        EBIT / VENDITE (ROS)
7,09%
6,24%
-12,01%
4.        EBIT / CAPITALE INVESTITO NETTO (ROI)
8,78%
7,02%
-20,06%
5.        RISULTATO FINANZIARIO / VENDITE
0,15%
1,26%
744,07%
6.        PFN / EBITDA
1,64
2,27
37,97%
7.        EBT / VENDITE
6,52%
6,78%
4,01%
8.        RISULTATO NETTO / VENDITE
4,11%
4,80%
16,79%
9.        INDICE DI DURATA DELLE SCORTE (GIORNI)
106,36
117,04
10,05%
10.     COSTO DELLE MATERIE CONSUMATE / VENDITE
57,46%
59,49%
3,52%
11.     COSTO DEL LAVORO / VENDITE
11,79%
11,36%
-3,69%
 
 
COMMENTI AGLI SCOSTAMENTI DELL’ESERCIZIO 2010 RISPETTO AL DECENNIO PRECEDENTE (2010 INCLUSO)
 
1)       Il rapporto Fatturato/Capitale investito netto (o Turnover Asset)   è sensibilmente più basso, segnala una minore rotazione del capitale investito netto rispetto alla media degli ultimi 10 anni (2001-2010)
2)       Il rapporto Reddito operativo lordo/Vendite è sensibilmente più basso, segnala una minore redditività lorda sulle vendite rispetto alla media degli ultimi 10 anni (2001-2010)
3)       Il rapporto Reddito operativo netto/Vendite è sensibilmente più basso, segnala una minore redditività operativa sulle vendite rispetto alla media degli ultimi 10 anni (2001-2010)
4)       Il ROI è sensibilmente più basso, segnala una minore redditività operativa sul capitale investito netto (cin) rispetto alla media degli ultimi 10 anni (2001-2010)
5)       Il rapporto Risultato finanziario/Vendite è eccezionalmente più alto, segnala un miglior risultato finanziario sulle vendite rispetto alla media degli ultimi 10 anni (2001-2010)
6)       Il rapporto Posizione finanziaria netta (Debiti finanziari-liquidità) ed EBITDA è sensibilmente più alto, segnala nell’ultimo esercizio una minore capacità di rimborso dei debiti finanziari rispetto alla media del periodo precedente
7)       Il rapporto Utile ante imposte/Vendite è leggermente più alto, segnala  nel 2010 una maggiore redditività ante imposte, rapportata alle vendite, rispetto alla media del periodo 2001-2010
8)       Il rapporto Utile al netto delle imposte/Vendite è sensibilmente più alto, segnala nel 2010 una maggiore redditività finale, al netto delle imposte, sulle vendite, rispetto al periodo 2001-2010
9)       L'indice di durata delle scorte è sensibilmente più alto, segnala nel 2010 una maggiore durata di giacenza delle scorte di magazzino rispetto alla media del periodo 2001-2010
10)   Il rapporto tra il costo del venduto delle merci ed il fatturato aziendale è leggermente più alto, segnala l'ottenimento di un risultato lordo industriale peggiore di quello medio del periodo 2001-2010
11)   Il rapporto tra il costo del personale ed il fatturato aziendale è leggermente più basso, segnala nel 2010 il sostenimento di minori costi della manodopera rispetto alla media del periodo 2001-2010
 
OSSERVAZIONI DI CARATTERE GENERALE
§ Il divario esistente (-9,15%) nel rapporto tra Fatturato e Capitale investito netto rispetto a quello medio del periodo 2001-2010 denota, a parità di capitali investiti, una minore capacità di generare volumi di fatturato
§ Il divario esistente tra il reddito operativo lordo del 2010 e quello medio del periodo 2001-2010 (-11,43%), nonché  tra il reddito operativo netto dell'azienda (che contempla oltre ai costi operativi anche gli ammortamenti e gli accantonamenti) risulta essere in sensibile peggioramento
§ Il rapporto Posizione Finanziaria Netta / EBITDA, che è buona norma non superi il valore 3, ancorché in sensibile peggioramento rispetto al passato, è pari nel 2010 a 2,27, quindi esprime ancora una discreta capacità di rimborso dei debiti finanziari; nel periodo 2001-2010 l'indebitamento finanziario netto veniva riassorbito con il reddito operativo lordo in 1,6 anni
§ Il capitale investito netto viene rinnovato con il fatturato in 0,9 anni, mentre nel periodo pregresso ciò avveniva in 0,8 anni
§ Il ROI dell'azienda supera il costo lordo dell'indebitamento finanziario (COD) di +1,25%